Narasaki e Grossman vincono a Salt Lake

250

In attesa del rientro della Garnbret, previsto per le tappe europee, Natalia Grossman torna a dominare la scena “at home”, a Salt Lake, davanti a un pubblico dai numeri piuttosto deludenti e non certo paragonabili alle tappe francesi e svizzere.

Con una tracciatura complessivamente meno parkouristica della media degli ultimi anni, l’americana e “Leggenda” Tomoa Narasaki hanno messo in fila tutti gli altri, anche se è stato il connazionale Anraku Sorato, ennesimo frutto della fucina di talenti nipponica, a resistere fino all’ultimo e lasciarsi spareggiare solo per il numero dei tentativi.

La nostra Camilla Moroni, autrice di una eccellente qualifica, ha perso due volte il piede sinistro sul blocco due della semi femminile, il che l’ha relegata al 10° e fuori da una finale assolutamente alla sua portata.

Ecco il comunicato ufficiale dell’IFSC

Narasaki ha lanciato entrambi i boulder numero uno e quattro, vincendo infine l’oro con sei tentativi di top. Gareggiando nel suo primo round finale di Boulder, Sorato ha vinto l’argento con 12 tentativi di top.

Partecipando anche lui alla sua prima finale di Boulder, il britannico Toby Roberts ha conquistato il bronzo con una prestazione brillante, non riuscendo a risolvere solo il primo blocco di placca, e concludendo con tre top, quattro zone e la medaglia di bronzo al collo.

“Sono molto soddisfatto della mia prima medaglia d’oro arrivata a Salt Lake City, e vorrei ringraziare il pubblico per l’incredibile supporto”, ha detto Narasaki.

Per i risultati completi dell’evento Boulder maschile clicca qui.

Nonostante abbia mancato la vetta nella rotazione iniziale, la francese Oriane Bertone ha messo sotto pressione la scalatrice americana, uscendo prima sui tappetini e superando sia W2 che W3. La Grossman, però, non si è tirata indietro e dopo aver fatto due tentativi per arrivare in cima al secondo boulder, ha suggellato la sua vittoria con due flash impeccabili sui blocchi numero tre e quattro.

“L’Asia è stata piuttosto dura per me, quindi anche solo sentirmi fisicamente meglio è stato di grande aiuto per me e per il mio gioco mentale”, ha detto Grossman alla fine della cerimonia dei fiori. “È bello essere a casa, penso che questo sia il miglior pubblico di qualsiasi Coppa del Mondo a cui sia mai stato”.

Per Natalia Grossman è il suo primo oro in Coppa del Mondo della stagione 2023 – e il quinto su cinque gare di Boulder a Salt Lake City – mentre Bertone ha intascato il suo secondo argento consecutivo in Coppa del Mondo dopo quello vinto a Seoul, in Corea del Sud.

Anche l’amica e compagna di squadra di Grossman, Brooke Raboutou, ha eguagliato il suo risultato a Seoul, che si è classificata terza e ha vinto il bronzo con due top su W2 e W4 e tre zone.

Per i risultati completi del Boulder femminile clicca qui.

Comments are closed.