La Sportiva: Lorenzo Delladio imprenditore dell’anno

453


Il CEO dell’azienda trentina è tra gli 11 imprenditori italiani premiati a Milano da EY

Coraggio, innovazione e trasformazione sono le parole chiave che hanno caratterizzato l’imprenditoria italiana nei difficili anni caratterizzati dall’incertezza dei mercati in seguito alla pandemia da Covid-19. Nonostante le difficoltà, alcune PMI italiane si sono infatti distinte per la propria capacità di adattamento al cambiamento e per essere riuscite a mantenere costante la propria crescita nel tempo. La giuria di EY (Ernest & Young Global Ltd) ha così premiato a Milano presso Palazzo Mezzanotte della Borsa di Milano, 11 imprenditori italiani alla guida di aziende che hanno saputo creare valore, con spirito innovativo e visione strategica, contribuendo alla crescita dell’economia, dimostrando coraggio, innovazione e trasformazione in un momento senza precedenti. Il settore delle micro, piccole e medie imprese contribuisce infatti al 76% dell’occupazione e al 64% del valore aggiunto del Paese. L’impatto del Covid-19 è stato in parte attutito dal supporto delle misure di policy adottate, ma le PMI hanno anche dimostrato di essere pronte ad affrontare le sfide del futuro cogliendo le opportunità di crescita del nuovo scenario.


Lorenzo Delladio, Amministratore Delegato e Presidente de La Sportiva, azienda leader mondiale nella produzione di calzature ed abbigliamento tecnico per vivere la montagna, ha ricevuto il premio di Imprenditore dell’anno nella categoria Consumer & Retail “per la lungimiranza che lo ha portato a trasformare un piccolo laboratorio artigianale in un marchio globale che coniuga altissime performance e prestazioni con il design e lo stile italiano”. Partita da un piccolo paese ai piedi delle Dolomiti, in Valle di Fiemme, La Sportiva è infatti oggi un player globale nel settore outdoor, presente in oltre 75 mercati al mondo e con una quota export che supera l’82% mantenendo sempre ben salde le proprie radici tra le montagne del Trentino, al di fuori dei distretti industriali italiani, con un forte attaccamento al proprio territorio, alle persone che ne fanno parte e con grande responsabilità sociale ed ambientale. Gli anni della pandemia hanno visto l’azienda crescere in doppia cifra nonostante le incertezze dovute alle contingenze globali, e a prendere scelte responsabili nel momento di massima emergenza. Dopo aver anticipato la chiusura aziendale nel periodo di lockdown totale a marzo 2020, Delladio ha infatti predisposto immediatamente una linea di produzione dedicata a mascherine sanitarie per la protezione civile e per gli ospedali del Trentino, operando nella massima sicurezza per i propri dipendenti. La scelta inoltre di produrre una esclusiva mascherina per la pratica dello sport all’aria aperta, ha permesso di mantenere attive le linee produttive conservando gli oltre 400 posti di lavoro nella sede principale di Ziano di Fiemme.

“Sono anni di incertezza per tutti ed alcune scelte richiedono coraggio e determinazione, e La Sportiva è un’azienda coraggiosa. – dice Lorenzo Delladio – Produciamo e distribuiamo calzature ed abbigliamento da montagna ad oltre 1000 metri d’altitudine, con le difficoltà non solo logistiche che questo comporta, ma questo ci permette fin dal 1928, di trovare sempre nuove soluzioni ed idee per restare al passo con il mercato e in molti casi di anticiparlo con soluzione all’avanguardia. Abbiamo uno sguardo che si muove non solo in avanti, ma grazie alla montagna è anche rivolto all’insu, alla dimensione verticale, a ciò che ci ispira e ci contamina ogni giorno a fare bene. Questo premio di Imprenditore dell’anno nella categoria Consumer & Retail è particolarmente gradito dopo due anni come quelli che abbiamo affrontato, durante i quali siamo riusciti a crescere mantenendo intatti tutti i posti di lavoro, il risultato più importante che, da imprenditore, potessi sperare di ottenere.”

Oltre a Delladio, sono stati premiati in diverse categorie altri 10 imprenditori italiani.
Ad assegnare i premi la Giuria, presieduta da Guido Corbetta, Professore all’Università Bocconi di Milano, e composta da Alberto Baban, Imprenditore; Paolo Boccardelli, Direttore di LUISS Business School; Laura Colnaghi Calissoni, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Carvico, Monica Mandelli, Managing Director in KKR & Co. a New York; Marco Nocivelli, Presidente e Amministratore Delegato Gruppo Epta; Cristina Scocchia, Amministratore Delegato di Illycaffè; Paolo Scudieri, Amministratore Delegato di Adler Plastic S.p.A. e Nunzio Tartaglia, Responsabile CDP Imprese.

La Sportiva: Lorenzo Delladio entrepreneur of the year
The CEO of the Trentino company is among the 11 Italian entrepreneurs awarded in Milan by EY

24 November 2021 – Courage, innovation and transformation are the keywords that have characterized Italian entrepreneurship in the difficult years characterized by market uncertainty following the Covid-19 pandemic. Despite the difficulties, some Italian SMEs have in fact distinguished themselves for their ability to adapt to change and for being able to maintain constant growth over time  The jury of EY (Ernest & Young global Ltd) thus awarded in Milan at palazzo Mezzanotte (Milan Stock Exchange), 11 Italian entrepreneurs at the helm of companies that have been able to distinguish themselves for an innovative spirit and strategic vision, demonstrating courage, innovation and transformation at an unprecedented time. The sector of micro, small and medium-sized enterprises in fact contributes to 76% of employment and 64% of the country’s added value. The impact of Covid-19 was partly mitigated by the support of the policy measures adopted, but SMEs have also shown that they are ready to face the challenges of the future by seizing the growth opportunities of the new scenario. 

Lorenzo Delladio, CEO and President of La Sportiva, market leader in the production of footwear and technical clothing for mountain enthusiasts, received the Entrepreneur of the Year award in the Consumer & Retail category “for the foresight that led him to transform a small artisan workshop into a global brand that combines exceptionally high performance with Italian design and style “. From its origins in a small town at the foot of the Dolomites in Valle di Fiemme, La Sportiva is in fact today a global player in the outdoor sector, operating in over 75 markets worldwide and with an export share that exceeds 82%, while maintaining its roots in the mountains of Trentino, far from the Italian industrial districts, with a strong attachment to its territory, to the people who are part of it and with great social and environmental responsibilityThe years of the pandemic have seen the company grow in double figures despite the uncertainties due to global contingencies, making responsible choices at a time of maximum emergency. After anticipating the closure of the company during the total lockdown period in March 2020, Delladio immediately set up a production line dedicated to health masks for civil protection and for hospitals in Trentino, operating in maximum safety for its employees. Furthermore, the choice to produce an exclusive mask for the practice of outdoor sports, has made it possible to keep the production lines active, preserving over 400 jobs in the main headquarters in Ziano di Fiemme.

“These are years of uncertainty for everyone, and some choices require courage and determination, and La Sportiva is a courageous company. – says Lorenzo Delladio – We have been producing and distributing mountaineering footwear and clothing from our offices at 1000 meters above sea level since 1928, not only with the logistical difficulties that this entails, but constantly searching for new solutions and ideas to keep up with the market and in many cases anticipating it with cutting-edge, innovative solutions. We have a vision that moves not only forward, but thanks to the mountains it also looks upwards, to the vertical dimension, to what inspires us and motivates us every day to do well. This Entrepreneur of the Year award in the Consumer & Retail category is particularly welcome after two years like the ones we have faced, during which we have managed to grow while keeping all the jobs intact, the most important result that, as an entrepreneur, I could hope to obtain. ” 

In addition to Delladio, 10 other Italian entrepreneurs were awarded in various categories.

The jury, chaired by Guido Corbetta, Professor at Bocconi University in Milan, included Alberto Baban, Entrepreneur, who awarded the prizes; Paolo Boccardelli, Director of LUISS Business School; Laura Colnaghi Calissoni, President and CEO of the Carvico Group, Monica Mandelli, Managing Director in KKR & Co., New York; Marco Nocivelli, President and CEO of the Epta Group; Cristina Scocchia, Illycaffè CEO; Paolo Scudieri, Chief Executive Officer of Adler Plastic S.p.A. and Nunzio Tartaglia, Head of CDP Imprese.

Comments are closed.