Browsing Category

In Dülfer

Austriaci scavano e incollano al Pal Piccolo

La denuncia di Andrea Polo Iniziamo dal dove parte l'allarme: da oltre dieci anni Andrea Polo è uno dei più forti climbers e alpinisti su roccia del nostro paese, roba vicina al 9a in falesia e 8b in montagna. Insieme a Gabriele

Said Belhaj finalmente risponde alle accuse

Attraverso il sito Lacrux Una lunga intervista sul sito Lacrux.com riporta la reazione di Said Belhaj alle accuse di Hannes Huch a riguardo dell'aver scalato o meno rotpunkt la mitica "Action directe". Il testo è in un inglese

Said Belhaj nella bufera

Accusato di aver mentito su Action Directe La storia è vecchia, nel senso che è già stata vista altre volte , all'estero come anche in Italia: climbers relativamente famosi che non riescono a reggere il peso della sconfitta su una via.

Scandalo sotto la Presolana

Ruspano il bosco per aprirlo ai disabili Baita Cassinelli arrivando dal Passo Presolana. A sinistra si vede l'altro accesso che evita il bosco... Foto AGD La notizia, ampiamente riportata e anzi esaltata da Bergamo News, è ferale per

De Bonis Vs Webber e la “riserva” delle vie

Oltre la discussione che ha degenerato sui social Lorenzo De Bonis durante la rivisitazione del Progetto Favresse, foto dalla sua pagina FB Nei giorni scorsi Facebook e Instagram hanno aiutato alcuni climbers a dare il peggio di sé,

Le Pale di S.Martino invase dai fuoristrada

Un'idea geniale per consolare gli animali E' l'estate della follia al comando. Vogliamo far provare a cervi e marmotte come si starebbe peggio in città? Organizziamo un mega raduno di fuoristrada nel cuore delle Dolomiti e mostriamo

Invade the Mountains

La più assurda delle iniziative Cai (di Bergamo) diventa anche politica sotto l'egida leghista E’ arrivato purtroppo il weekend in cui, sotto l’ipocrita nome di “Save the mountains”, il Cai di Bergamo cercherà di far invadere le Orobie

Una climbostrada blu nel cuore del Cimo

Rovinare la roccia in nome del... "non sbagliare via"... Non si può considerare un errore di gioventù, perché Sergio Coltri è uno degli storici apritori sul Monte Cimo, il Verdon della Val d'Adige. Primo, insieme al parmigiano Rampini,