La Garnbret domina il boulder, ma Laura c’è

1.131

Ancora extraterrestre la Garnbret e benissimo Raboutou, Meshkova, Noguchi, ma Laura, scalando a vista il blocco tre è riuscita a uscire dalla trappola emozionale del fallimento sui primi due blocchi. Salvo sconquassi nella lead dovrebbe andare in finale considerato il disastro delle velociste nel boulder. Però, per il momento la classifica piange: dopo due turni è solo al 17° posto e occorre un risultatone nella lead per stare nelle prime otto. Brutta notizia per quanto riguarda la visibilità del nostro sport. Sembra infatti che la Rai non abbia voluto acquistare i diritti sul climbing. Al di là del fatto di rinunciare a vedere un’atleta azzurra in finale e con possibilità di medaglia, è una scelta anche anti aziendale, se pensiamo che il materiale tecnico scelto dal 90% degli atleti è italianissimo.

Comments are closed.