Ghisolfi e il suo 18° 9a+

375

La via si trova a Flatanger ed è il classico “side project” per chi sta provando cose ben più difficili, come nel caso di Stefano. Corta e intensa, finora era stata salita soltanto da Ondra e Schubert, nell’ordine. Il tiro si chiama Kangaroo’s Limb, 9a+, il 18 del palmares del fuoriclasse piemontese trapiantato ad Arco.

Stefano sta continuando nell’ambizioso progetto di riuscire sul monotiro (Silence) e blocco (Burden of dreams) più duri del mondo. Foto Sara Grippo.

Comments are closed.