Un altro successo per la “Falesia dimenticata”

Un altro successo per la “Falesia dimenticata”

 Sulla rivista di carta e anche su internet ci siamo a lungo occupati del progetto cosiddetto della “Falesia dimenticata”, un esperimento di crowdfunding andato a buon fine e che consentirà di riportare alla libera fruizione una bella parete in comune di Dorsino,Trento. Ora il progetto ha ottenuto riconoscimento dal Dipartimento per le pari opportunità istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Ecco come presentano la nuova situazione i titolari del progetto, Asd Dolomiti Open.

Il progetto “La falesia dimenticata”, proposto dall’Asd Dolomiti Open in collaborazione con Sportfund fondazione per lo sport Onlus, ha ottenuto un prestigioso riconoscimento dal Dipartimento per le pari opportunità istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

il progetto ha ottenuto il punteggio più alto nella linea di intervento dedicata allo sport (196 progetti presentati) e il terzo sui 628 progetti pervenuti al Dipartimento e, pertanto, potrà accedere al contributo economico erogato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Non si tratta solo dell’importante finanziamento ottenuto per il nostro progetto, ma del prestigioso riconoscimento a un’idea che si basa sulla condivisione di un bene comune.

“La falesia dimenticata” è un progetto che intende valorizzare un bene naturale unico con il concorso della comunità dei climber e di tutte le persone che vedono nello sport uno straordinario strumento di inclusione sociale.

Siamo riconoscenti e orgogliosi di questo risultato che non è solo della nostra associazione ma di tutte le persone e gli enti privati e pubblici che, fin dall’inizio, hanno condiviso l’idea di restituire alla collettività un bene di straordinario valore naturalistico e sportivo.

Il finanziamento del Dipartimento per le pari opportunità permetterà di realizzare le infrastrutture della falesia dedicate ai climber con disabilità e non, dando una spinta importante alla realizzazione del progetto, che ha potuto prendere forma grazie a una campagna di crowdfunding che ha coinvolto oltre 400 sostenitori. 

Una volta ultimata, la falesia sarà a disposizione gratuitamente e illimitatamente nel tempo per tutti gli appassionati con disabilità e non e per le associazioni del territorio che promuovono lo sport e i suoi valori indiscussi.

Una particolarità: tra le proposte in graduatoria, inviate da tutta Italia, il progetto dell’Asd Dolomiti Open è l’unico progetto presentato dal Trentino.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi