SILBERRÜCKEN: via nuova per Schaeli e Siegrist

Sulla Rotbrätt, la ovest della Jungfrau, Oberland Bernese

Nell’inverno del 2017 gli svizzeri Stephan Siegrist e Roger Schaeli hanno iniziato ad aprire una nuova via sulla Rotbrätt, la compatta fascia rocciosa sulla ovest della Jungfrau, la montagna che insieme all’Eiger e Mönch forma il famoso trittico della Svizzera. In quel momento soltanto una via esisteva sulla parete, sul lato sinistro, mentre il centro della parete era strapiombante e più difficile, con alcune sezioni difficili da proteggere. 
Siegrist e Schaeli hanno iniziato l’apertura nel 2018. Hanno scelto la parte più ripida del Rotbrätt poiché era l’unico punto asciutto e privo di neve dopo un inverno che aveva visto molte precipitazioni. A causa delle condizioni meteorologiche avverse i due alpinisti hanno impiegato due tentativi per aprire tutta la via. A questo punto nove tiri su roccia eccellente sull’imponente Rotbrätt della Jungfrau aspettavano la prima libera.
Un anno più tardi, nell’estate del 2019, Siegrist e Schaeli sono ritornati per la libera insieme al fotografo e amico Frank Kretschmann. Il tempo era stabile e la loro via era l’unico punto asciutto della parete. 


Entrambi gli alpinisti sono riusciti a salire in libera i primi tiri. Il quinto tiro è un bastone. Dopo una difficile lotta Schaeli ha salito in libera anche il quinto tiro, ed è da qui che inizia la vera sezione chiave di tutta la via. Il sesto tiro presenta un boulder a metà, il terreno è molto strapiombante e le protezioni pessime. Qui è entrato in gioco lo spirito di squadra e la profonda amicizia che lega i due alpinisti. Hanno deciso per un giorno di riposo e poi Schaeli è riuscito a liberare il sesto tiro, quello più difficile. Dopo altri due tiri più facili Schaeli e Siegrist hanno raggiunto la cima della Rotbrätt. Era fatta! La seconda e più difficile via finora sulla Rotbrätt è stata salita in libera in quattro giorni. Ora aspettiamo la prima libera in giornata, 
Prima salita: “Silberrücken”, parete ovest della Rotbrätt sulla Jungfrau, difficoltà: 8a+, 350 metri
Preparativi: 2009 Stephan Siegrist, Giovanni Quirici, via del 2018 aperta da Stephan Siegrist e Roger Schaeli
Apertura della via nell’estate 2018 da Stephan Siegrist e Roger Schaeli. 
Prima libera di tutti i tiri nel giugno 2019 da Roger Schaeli con Stephan Siegrist

@rogerschaeli @stephansiegrist @frank_kretschmann @roger.schaeli @stephansiegristalpinist @frank.kretschmann.photography

Swiss alpinists Stephan Siegrist and Roger Schaeli decided to establish a new route on Rotbrätt on Jungfrau in the Bernese Alps in the winter of 2017. There was only one established other route in the left part of the wall so far. The center of the face is steep and hard with some passages where protection can only be placed sparsely. Siegrist und Schaeli began their endeavor in 2018. They chose the steepest part in Rotbrätt since it was the only spot that was dry and free of snow after a winter that saw much precipitation. The two alpinists were able to establish their route second try due to adverse weather conditions. Nine pitches in great rock on the impressive Rotbrätt of the Jungfrau were now waiting for a redpoint ascent.

A year later, in the summer of 2019, Siegrist and Schaeli gave the redpoint a try together with photographer and friend Frank Kretschmann. The weather was stable, and their climb was the only spot on Rotbrätt that was dry. Both climbers were able to free the first pitches. But the fifth pitch is extremely steep and hard. After Schaeli was able to redpoint the pitch after he put up a hard fight the actual crux of the route begins. The sixth pitch boasts a boulder problem in the middle of the route. The terrain is very overhanging and protection bad. This is where the team spirit and deep friendship of the two climbers came into play. They both decided on a rest day where they were royally pampered with amazing food by photographer and base camp cook Frank Kretschmann. The next day Schaeli was able to redpoint the sixth and hardest pitch while he was being cheered on by his two friends. After two more and easier pitches Schaeli and Siegrist stood atop the Rotbrätt. It was done! The only second and hardest climb to date on Rotbrätt received a redpoint after four days.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi