Si chiude la storiaccia giapponese

foto Stytse Van Slooten

Respinto lo strano appello contro i propri stessi atleti

L’ingresso della scalata alle Olimpiadi ha avuto tanti chiari e qualche scuro (come la formula della combinata a Tokyo), ma è stata fondamentalmente un successo della IFSC guidata da Marco Scolaris. Successo recentemente confermato con l’inclusione del climbing anche nelle Olimpiadi parigine del 2024, dove la combinata sarà limitata molto più ragionevolmente al calcolo del boulder e della lead. Rimaneva un altro scuro, propugnato dalla federazione giapponese, che contestava il sistema di calcolo prodotto dalle regole per la qualificazione olimpica; e nella pratica contestando la qualificazione di due atleti giapponesi (!!), Harada e Nonaka. Ora che il ricorso è stato respinto la strada è finalmente spianata, sempre che le olimpiadi giapponesi si facciano davvero….

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi