Scontro generazionale? Schubert declassa una via di Sharma…

foto Javi Pec

Il titolo è volutamente un po’ ingannevole, perchè non è un fatto di generazioni o di classe negata da un campione all’altro. La veloce ripetizione di “El bon combat” (Catalunya) da parte del vincitore della coppa del mondo Jakob Schubert e la conseguente dichiarazione sul grado (9a+ anzichè 9b/+) dimostra invece quanto ampia possa essere la forbice di valutazione di una via di scalata e quanto artificiosi e soggettivi possano essere i nostri strumenti per valutarla.  Quindici chili di differenza, taglie molto diverse, età molto diverse, congenialità o meno dei movimenti, stati di forma… quanti fattori possono intervenire nel “sentire” un grado anzichè un altro! Questo “degrado” sta facendo il giro dei siti mondiali a volte con un taglio da tifoserie e crediamo che sia sbagliato; innanzitutto perchè Sharma ha accompagnato personalmente Jakob alla Cova del Ocell e gli ha fatto sicura e ha gioito con lui della ripetizione. E poi perchè Schubert ha concentrato i suoi commenti prima di tutto sulla bellezza della via. Quindi, lezione per tutti,  andrebbe letto come l’ennesima dimostrazione che questa estrema volatilità (e diversità geografica) dell’asticella dei gradi è un’occasione per non prendersi troppo sul serio… I big sono molto più “tranquilli” in questo senso rispetto ai climbers normali…

 

View this post on Instagram

2nd Ascent of ‚El Bon Combat’!! One of the best routes I have ever done 😍 The one and only @chris_sharma established this amazing line in 2015. Chris actually accompanied me on my last two days at the crag and it was awesome to share the moment of the send with him, thanks a lot for the good times and huge respect for putting up just another testpiece here in Catalunya 🙌 • The route is situated in Cova de l‘ocell a 45 min drive from Barcelona and I advise every strong climber to try this thing, it‘s such an unique route with amazing holds and movements and pretty suited for boulderers also 😉 More ascents would be welcomed because I would love to hear some more thoughts about the grade 😅 I know it‘s easy to not think about it and just take the grade of the first ascensionist which is 9b/9b+ in this case but I feel the responsibility to have more thoughts about it. For me it felt easier from the first day I tried it and I would guess it’s a hard 9a+. Curious what others will think 🤔 • Thanks for the good vibes during this whole trip @felipe.camargo 👊🏾 • 🎥 by @cmmagalhaes With sound on you will hear me say ‚I almost fell again‘ which means the very last move where I fell the try before 😅 • #rockclimbing #catalunya #2ndascent #sopsyched #oneofthebest #leadclimbing #climbingvideo

A post shared by Jakob Schubert (@jakob.schubert) on

The title is deliberately a bit ‘misleading, because it is not a fact of generations or class denied from one big to another. The quick repetition of “El bon combat” (Catalunya) by the winner of the world cup Jakob Schubert and the consequent declaration on the grade (9a + instead of 9b / +) demonstrates instead how wide the evaluation gap of a climbing route can be. and how artificial and subjective our tools can be to evaluate it. Fifteen kilos of difference, very different sizes, very different ages, congenial or not of movements,shape … how many factors can intervene in “feeling” one grade instead of another! This “degradation” is going around the world sites sometimes with a  “supporters” cut and we believe it is wrong; first of all because Sharma personally accompanied Jakob to the Cova del Ocell and belayed him and were happy together. And then because Schubert focused his comments first of all on the beauty of the route. So, lesson for all, should be read as yet another demonstration that this extreme volatility (and geographical diversity) of the bars of the grades is an opportunity not to take ourselves too seriously … The big are much more “calm” in this respect to normal climbers

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi