Sancy: alpinismo vietato: il paradossale caso della montagna francese.

Per fortuna e per adesso impensabile da noi. Ma in Francia (Auvergne) è successo: l’autorità pubblica ha chiuso un intero massiccio non solo alla chiodatura ma all’intera pratica dell’alpinismo, estivo e invernale per il presunto impatto ambientale negativo che eventuali soccorsi potrebbero causare sull’ambiente. Resta invece intatta la possibilità per cacciatori e pescatori di svolgere la loro attività sull’area. Questo in estrema sintesi il succo di un lungo ma assai interessante articolo sulla follia umana e sugli estremismi che è stato pubblicato da Montagne Magazine ed è consultabile a questo indirizzo. Tutto in francese, ovviamente.

In France (Auvergne) it happened: the public authority closed a whole mountain range not only to the chance of bolting but the entire practice of mountaineering, summer and winter for the alleged negative environmental impact that any rescue could cause on the environment. The possibility remains for hunters and fishermen to carry out their activity on the area. This is in extreme synthesis the juice of a long but very interesting article on human folly and extremism that has been published by Montagne Magazine and is available at the yellow url above. All in French, of course.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: