Psicobloc per i Pou

Un’aggiunta al prossimo numero di Pareti.

Sta per uscire in edicola il nuovo numero (#135) di Pareti, nel quale l’unica digressione al di fuori dei confini italici (ah…il Covid) è a Maiorca, patria dello psicobloc, usata dall’autore del testo Paolo Leoncini per insegnarci come su può praticare questa disciplina in relativa sicurezza al mare e al lago. Vengono quindi a fagiolo i fratelli Pou, che da anni ormai passano parte dell’estate a Maiorca, che hanno sviluppato una nuova area sull’isola, ovviamente a picco sul mare. Si chiama la Catedral. ecco cosa ne dicono i due fratelli baschi

“Durante il covid è stato meglio essere confinati nelle isole Baleari, piuttosto che altrove. Per lo psicobloc (o dws) è necessario un buon livello fisico e mentale. Abbiamo praticato questa specialità in Brasile, Patagonia cilena, Colombia, Turchia, Grecia, ma torniamo anno dopo anno su queste scogliere, di Maiorca, La Mecca del dws, con pareti in pietra calcarea tra i 10 e i 30 metri. Queste spettacolari immagini sono di un’area che abbiamo sviluppato insieme a www.rockandwatermallorca.com e che abbiamo chiamato “La Cattedrale”. Anche se l’arrampicata senza corde è sempre stata considerata molto pericolosa, avendo il mare sotto i piedi che fa da tappeto, rende gli incidenti non sono molti e non sono quasi mai molto seri”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: