Ondra sì, Ghisolfi no

I verdetti di Tolosa per le Olimpiadi

Ancora una volta é la velocità di esecuzione che spareggia gli atleti su una finale lead troppo facile ed elimina in questo modo Lehmann e Ghisolfi, impeccabili ma più lenti di Ondra e Gines Lopez. A causa del sistema delle quote massimali per nazione, la finale di sabato sarà un test, ma sarà ininfluente. Davvero peccato per Stefano, solo dodicesimo su sei piazze disponibili, ora l’Italia spera in Laura Rogora. Triste siparietto organizzativo: Kruder estrae un volume ( foto screenshot) durante la sua prova e cade pericolosamente ma per fortuna senza conseguenze.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: