Le Pale di S.Martino invase dai fuoristrada

Un’idea geniale per consolare gli animali

E’ l’estate della follia al comando. Vogliamo far provare a cervi e marmotte come si starebbe peggio in città? Organizziamo un mega raduno di fuoristrada nel cuore delle Dolomiti e mostriamo alla natura un po’ di celodurismo misurato in hp. Questo weekend a Malga Ces, San Martino di Castrozza, gli amministratori locali, veri amanti del territorio che amministrano, hanno pensato bene di riempire alberghi e casse comunali con un bel raduno di motorizzati a quattro ruote che invaderanno le forestali sotto al Cimon della Pala. Ma all’esterno del Parco di Paneveggio? No, all’interno, perché gli euro perforano i parchi, persino i più protetti d’Italia fino all’altro ieri; e persino costruiscono giostre panoramiche e una cittadella eventi in soli tre mesi, in mezzo alla natura. Se tu, alpinista, osi invece pernottare fugacemente in tenda a Passo Rolle per una notte, sai sempre cosa rischi: c’è un cartello che ti mostra il prezzo del tuo delitto contro la natura e la quiete dei boschi. I luoghi, peraltro, sono gli stessi che hanno respinto il piano La Sportiva-Delladio di riqualificazione ecologica del territorio con la riconversione dei desueti impianti da sci. Il problema, allora, era che una ditta privata avrebbe messo i soldi in qualcosa di terribilmente infruttuoso per chi è abituato a usare politicamente qualsiasi iniziativa sul territorio che amministra. Per saperne di più. Per la voce degli ambientalisti qui. Per il progetto La Sportiva sul Passo Rolle qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: