Le Guide di Grivel parlano del mestiere dopo il Covid

Un interessante dibattito a distanza sul come sarà il post emergenza.

Oliviero Gobbi, Ceo di Grivel, ha ereditato dal padre Gioacchino un interesse profondo non solo per l’editoria da leggere, ma anche da fare, da produrre, proprio da scrivere. Se Gioacchino aveva e ha tuttora una estrema passione per la storia, per il passato e per l’evoluzione dei prodotti e delle forme di comunicazione ad essi relativi, ad Oliviero interessa molto il presente, anzi in questo caso il prossimo futuro, cioè cosa succederà dopo l’emergenza Covid dalla quale si intravede qualche via d’uscita. Il legame di Grivel con Guide di altissimo livello è storico e proprio ad alcune di loro, legate al marchio e di diversa nazionalità, Oliviero ha posto alcuni interessanti quesiti sottoforma di intervista. Partecipano al forum:

Anna Torretta, Coumayeur – Italia, 49 anni, guida alpina dal 2000, prima ed unica donna della Società delle Guide Alpine di Courmayeur.

Damien Tomasi, Chamonix – Francia, 33 anni, guida alpina dal 2011, membro della Società delle Guide di Chamonix e professore all’ENSA (Ecole Nationale Ski et Alpinisme).

François Cazzanelli, Cervinia – Italia, 30 anni, guida alpina dal 2012, membro della Società delle Guide del Cervino.

Hans Zloebl, Lienz – Austria, 54 anni, guida alpina dal 1991 pilota di elicotteri.

Tomas Roy Aguilò, El Chalten – Argentina, 36 anni, guida alpina dal 2007

Ecco il link alla tavola rotonda virtuale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: