Jacopo Larcher libera la via trad più dura (al mondo?)

A Cadarese: una caccia durata più di tre anni

Perseveranza, allenamento, concentrazione, capacità di arrivare in forma al momento in cui ci sono le condizioni. E ovviamente classe. Jacopo Larcher ha inseguito a lungo il sogno di passare su questa linea trad un po’ anomala per Cadarese, perché non completamente caratterizzata da una fessura. Proprio il fatto di essere anomala regala a questa linea ancora senza nome un carattere speciale e una aleatorietà che nelle fessure non c’è mai: il crux é su svasi da schiacciare. Jacopo, oltre al nome non ha assegnato giustamente neanche il grado, perché é consapevole del fatto che potrebbe essere 9a, quindi la più dura del mondo, comunque assai diversa come stile da “Meltdown” 8c+ (rodden e Traversi). La parola ai ripetitori: in un certo senso la stagione a Cadarese é appena iniziata… foto Paolo Sartori

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: