In America è sempre Coleman

Un’altra vittoria alle NCS americane con la Battle for the Fort Finals

Non è un mistero per nessuno che Pareti segua con particolare attenzione l’evoulzione agonistica e outdoor di questo giovane talento americano, capace di un secondo posto in coppa del mondo ai suoi esordi agonistici davanti a Ondra e davvero sempre primo in tutte le gare americane che contano. Gli abbiamo dedicato una lunga intervista sulla rivista di carta quando non lo conosceva nessuno, e non ci siamo sbagliati. Dopo aver liberato una grotta a grado aperto (5.14?) in Arizona nei giorni scorsi, Nathaniel Coleman ha vinto ancora (insieme a Kyra Condie in campo femminile davanti a una Shiraishi sempre forte ma non più vincente) e si prepara a un 2019 di bouldering che lo veda in modo più stabile ai primissimi posti internazionali.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi