Ghisolfi annuncia la chiusura di Laghel !

Si spera in un blocco solo temporaneo

quante falesie italiane si trovano su terreno privato? Molte più di quante voi possiate immaginare! Anche quella di Laghel, che al momento rappresenta la più dura tra le pareti italiane e, come dice Stefano Ghisolfi, una delle più difficili del mondo, era stata attrezzata nella consapevolezza della proprietà del luogo, ma finora la sua frequentazione era stata tollerata dal proprietario. Come accaduto in parecchi altri luoghi in Italia e nel mondo ora il proprietario non consente più il passaggio e Stefano, in un certo senso il più assiduo frequentatore degli ultimi tempi perché proprio lì risiede la kingline, probabile 9c che stava provando, invita a non disobbedire al divieto che si spera sia solo temporaneo. Forse la strada da scegliere sarebbe quella della colletta via Internet per arrivare all’acquisto del terreno, come è stato nel caso della Parete Dimenticata, ma lì si parla di un luogo adatto alla frequentazione di tutti i tipi di climbers….

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: