Due soccorsi in quindici giorni: sono i fratelli Franchini

Secondo intervento del soccorso malgrado i divieti

Buchiamo il muro di omertà attorno alle vicende che vedono protagonisti in questi giorni i fratelli Tomas e Silvestro Franchini, guide Alpine di Madonna di Campiglio. Le conoscenze comuni, le strette di mano negli appuntamenti fieristici e la comune passione non possono impedirci di dire la verità su quello che è successo, a distanza di poco tempo, ai due fratelli, professionisti della montagna, personaggi pubblici, protagonisti di serate audiovisive, ascrivibili alla elite alpinistica italiana. Insomma figure di primissimo piano. Prima, qualche giorno fa, Tomas ha accusato un malore durante una uscita di sci alpinismo in solitaria che, comunque la si pensi, non è consentita in questo periodo straordinario. Ieri è stata invece la volta di Silvestro, che non ce l’ha fatta a resistere alla tentazione di fare un po’ di dry-tooling sulle rocce raggiungibili facilmente dalla sua abitazione. Una brutta caduta, qualche frattura e l’inevitabile chiamata al soccorso alpino che è dovuto intervenire per soccorrerlo. Al di là della retorica sul reale impiego degli elicotteri per finalità legate alla pandemia, ci sembra opportuno puntualizzare che le regole valgono per tutti o non valgono per nessuno. In Italia ci sono centinaia di migliaia di arrampicatori e di alpinisti che sanno perfettamente che non contagiarebbero nessuno andando a scalare, ma non ci vanno e si fanno bastare il trave sopra la porta. Invece, con la stessa logica di queste due famose guide tutto il resto d’Italia potrebbe sentirsi libero di non collaborare non solo al distanziamento sociale ma anche alla riduzione dei casi ospedalieri non legati all’epidemia in atto. Insomma, una figuraccia potente. Anche del loro ordine professionale, se non ci sarà a breve un comunicato che prenderà le distanze da questo atteggiamento poco rispettoso. Speriamo che i due fatti isolati e concentrati su una sola famiglia e località (Campiglio) non inducano le autorità a ritardare l’auspicata riapertura delle attività di montagna all’aperto.

Ecco il link alle loro pagine e foto e alcuni altri link alla loro attività europea ed extraeuropea

Grivel, minuto 2,34

Montagna TV

Planetmountain

Mountcity

intermatica

Giornale Trentino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi