Covid: tornano i divieti in tutto il Nord Ovest

Da venerdì zero climbing in molte regioni italiane.

Il governo ancora una volta inciampa sui dati, e per più di ventiquattr’ore gli italiani sono stati in bilico prima di sapere quali sarebbero state le regioni che da venerdì 6 novembre entreranno nella inedita divisione in fasce gialle / arancioni / rosse, con tre diversi livelli di restrizioni, che per la scalata diventano purtroppo solo due. Zone rosse sono Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle D’Aosta, ma anche in quelle arancioni (Puglia e Sicilia) non solo non sarà possibile entrare da fuori, ma non sarà nemmeno possibile spostarsi al di fuori del proprio comune di residenza se non per motivi di lavoro o di salute. Quindi no climbing in tutte queste regioni. I dati su cui il governo dovrà legiferare da qui a poche ore sembra saranno vecchi di più di una settimana, col rischio che le regioni “barino” da qui in avanti per non vedersi prolungare il lockdown, per adesso fissato in 15 giorni. Italia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi