C’è “traffico” per l’Himalaya invernale

Foto archivio Simone Moro (Sisha Pangma)

Anche due italiani per un 8000 al gelo

La stagione invernale 2019 risulta essere una delle più gettonate per cercare di aggiudicarsi una vetta da 8000 nei mesi più eroici. Diverse cordate internazionali si stanno avvicinando ai rispettivi campi base e anche Simone Moro ha sciolto la riserva a riguardo del suo obbiettivo: il Manaslu. Intanto si prepara sul Mera Peak (foto). Daniele Nardi tenterà invece il Nanga Parbat insieme al figlio d’arte Tom Ballard, possibilmente lungo una via nuova. L’attenzione mediatica principale è logicamente spostata però sul K2, ancora inviolato in inverno, verso il quale si stanno dirigendo due spedizioni, una spagnola, guidata del basco Txikon e una russa capitanata da Pivtsov. Trattandosi della salita di una prima assoluta, conta in questo caso anche chi sembra essere più “avanti coi lavori” e il gruppo russo è riportato avere circa un giorno di vantaggio sugli spagnoli. Ma non è una regata…

Per scaldarsi un po’ Tom Ballard si inventa qualche momento di highballing nei crepacci.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi