Notizie – Pareti Climbing Magazine https://pareti.it Alpinismo, Climbing, Bouldering Mon, 13 Jul 2020 10:06:11 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.4.2 139195174 “The Bow” si inchina a Ghisolfi https://pareti.it/the-bow-si-inchina-a-ghisolfi/ Mon, 13 Jul 2020 09:00:07 +0000 https://pareti.it/?p=6703 Un progetto durato poco: questa è la breve storia di “The Bow”, l’inchino, che si trasforma velocemente da NL a 9a+ sotto le mani del suo chiodatore, Stefano Ghisolfi, che ha linkato due tiri esistenti a Padaro di Arco. Sulla sua pagina Instagram foto e spezzoni video del crux molto originale e violento pur nella […]]]>

Un progetto durato poco: questa è la breve storia di “The Bow”, l’inchino, che si trasforma velocemente da NL a 9a+ sotto le mani del suo chiodatore, Stefano Ghisolfi, che ha linkato due tiri esistenti a Padaro di Arco. Sulla sua pagina Instagram foto e spezzoni video del crux molto originale e violento pur nella precisione richiesta dal gesto. Foto Sara Grippo

]]>
6703
Davide Picco al 9a+ https://pareti.it/davide-picco-al-9a/ Mon, 13 Jul 2020 08:48:22 +0000 https://pareti.it/?p=6700 Con Pure Dreaming Plus a Massone Grande performance per il giovane vicentino Davide Picco, che si aggiunge alla ristrettissima lista di italiani da 9a+ con la ripetizione di Pure Dreaming Plus 9a+ a Massone, liberata da Ondra e recentemente scalata RP anche da Laura Rogora per la FFA. Foto Luca Rigo]]>

Con Pure Dreaming Plus a Massone

Grande performance per il giovane vicentino Davide Picco, che si aggiunge alla ristrettissima lista di italiani da 9a+ con la ripetizione di Pure Dreaming Plus 9a+ a Massone, liberata da Ondra e recentemente scalata RP anche da Laura Rogora per la FFA. Foto Luca Rigo

]]>
6700
DWS in Finlandia per Nalle https://pareti.it/dws-in-finlandia-per-nalle/ Fri, 10 Jul 2020 16:12:00 +0000 https://pareti.it/?p=6696 Hukkataival lancia il deep water nel grande nord Un suggerimento niente male per i climberg italiani che cercano una destinazione alternativa per l’estate appena cominciata. La Finlandia è una delle nazioni “consentite” malgrado la epopea Covid e, oltre ad essere frequentabile in numerose falesie (c’è una guida di 300 pagine) e infinito bouldering (tra cui […]]]>

Hukkataival lancia il deep water nel grande nord

Un suggerimento niente male per i climberg italiani che cercano una destinazione alternativa per l’estate appena cominciata. La Finlandia è una delle nazioni “consentite” malgrado la epopea Covid e, oltre ad essere frequentabile in numerose falesie (c’è una guida di 300 pagine) e infinito bouldering (tra cui l’unico 9a mondiale) adesso presenta anche una destinazione ottima per il deep water. Si chiama Punkaharju e googlando la troverete non troppo distante da Laappenranta, dove c’è un aeroporto servito da Ryanair. La via in questione non ha il grado ma sembra estrema; ci sono anche cose più facili…

]]>
6696
Jungle Boogie 9a+ per Stefano Carnati https://pareti.it/jungle-boogie-9a-per-stefano-carnati/ Mon, 06 Jul 2020 17:44:36 +0000 https://pareti.it/?p=6678 Una delle superdure di Ceuse Stefano Carnati non aveva chiuso la sua avventura con Ceuse dopo la ripetizione del mito di Biographie; aveva fatto anche dei tentativi sulla meno ripetuta Jungle Boogie 9a+, linea liberata da Ondra e ripetuta anche da Stefano Carnati e Sachi Amma. Più di venti metri di arcuate violente, un passo […]]]>

Una delle superdure di Ceuse

Stefano Carnati non aveva chiuso la sua avventura con Ceuse dopo la ripetizione del mito di Biographie; aveva fatto anche dei tentativi sulla meno ripetuta Jungle Boogie 9a+, linea liberata da Ondra e ripetuta anche da Stefano Carnati e Sachi Amma. Più di venti metri di arcuate violente, un passo di precisone più duro degli altri e poi la classica placca dove non bisogna cadere anche se più facile. Ecco che cosa ne dice Stefano sulla sua pagina Instagram:

View this post on Instagram

Numbness • Made it back to Céüse for a three days trip with @gabrimoroni and @climbemall_ , taking advantage of the good weather conditions and finished off my project! My story with this route begins last year in April. After the send of “Biographie” I wanted to find another good project to try and the choice fell on “Three deegres of sepration”, but very soon I understood the dyno move was too far out of reach for me. So I shortly decided to change and check this other line, despite being scared by the fact that I had only seen a few people on it and by the things I had heard. Yet I immediately realized it suit my style quite well and the battle began. The pieces of the puzzle were rapidly coming together, so I soon started giving it promising tries, coming close in late May. The idea was to return in September, but eventually I couldn’t find the time. Waiting is a big part of every project, but with the weird situation the world faced this year, waiting was even harder and planning to visit Céüse this season seemed unrealistic. Fortunately as soon as borders were opened I had the chance to come back… and luckily with that slightly more power than last year! 25 really intense moves, on some of the sharpest crimps I’ve ever grabbed, without any rests, make up the first part of the route. The redpoint crux consists of a reachy lock off to a good two fingers pocket, which was not that hard for me to do individually, but coming from the ground it really became a struggle against finger numbness after so much crimping. Happily last friday everything worked out all right! Reaching the jug at the end of this sequence was a moment of pure joy, but staying present on the upper easier 20 metres slab (no fall zone) without any more energies and sensation in my fingers was definitely the real mental challenge. And it lasted fifteen long minutes! Thank you @marci_bomb for the send belay and all the other people cheering! And… merci Céüse💚 • JUNGLE BOOGIE [9a+] ✔ • #climbing #falling #ceuse #france @camp1889 @scarpaspa @dfsportspecialist @rockexperienceofficial @ragnidilecco @asd_ragnidilecco @skillsrls

A post shared by Stefano Carnati (@teto_carnati) on

]]>
6678
Giovanni Bagnoli, 11 anni da 8b https://pareti.it/giovanni-bagnoli-11-anni-da-8b/ Fri, 03 Jul 2020 11:29:49 +0000 https://pareti.it/?p=6668 Piccola età e gran risultato a Camaiore Giovanni Bagnoli, 11 anni e figlio “di tanto allenatore” – Roberto Bagnoli -, è riuscito ieri nella rotpunkt di “Versilia by night”, un 8b del settore Giardino degli Elfi a Camaiore. Se son rose fioriranno; intanto è partito molto bene…]]>

Piccola età e gran risultato a Camaiore

Giovanni Bagnoli, 11 anni e figlio “di tanto allenatore” – Roberto Bagnoli -, è riuscito ieri nella rotpunkt di “Versilia by night”, un 8b del settore Giardino degli Elfi a Camaiore. Se son rose fioriranno; intanto è partito molto bene…

]]>
6668
1000 euro per una rotpunkt! https://pareti.it/1000-euro-per-una-rotpunkt/ Fri, 03 Jul 2020 10:26:24 +0000 https://pareti.it/?p=6664 Una taglia in Val d’Aosta per un 8c (femminile) e un 9a (maschile) Simpatica iniziativa in Valle D’Aosta da parte di Andrea Plat, che ha stimolato diversi sponsor a promuovere l’arrampicata valdostana e in particolare la nuova falesia di Ollomont (Barliard), chiodata da Massimo Bal, attraverso la interessante formula del “premio per tiro”. In questo […]]]>

Una taglia in Val d’Aosta per un 8c (femminile) e un 9a (maschile)

Simpatica iniziativa in Valle D’Aosta da parte di Andrea Plat, che ha stimolato diversi sponsor a promuovere l’arrampicata valdostana e in particolare la nuova falesia di Ollomont (Barliard), chiodata da Massimo Bal, attraverso la interessante formula del “premio per tiro”. In questo caso sono coinvolti due progetti – un 8c (femminile) e un 9a (maschile) – che si chiamano rispettivamente “La cura” e “Tears on the wall”. tutte le info nella foto qui sotto

]]>
6664
“Shitty sandstone tower”, ma una grande esperienza per Pearson e Ciavaldini https://pareti.it/shitty-sandstone-tower-ma-una-grande-esperienza-per-pearson-e-ciavaldini/ Wed, 01 Jul 2020 11:34:15 +0000 https://pareti.it/?p=6659 Con il figlio Arthur a scalare sulle torri etiopi. Non è certo una destinazione da sogno se l’obbiettivo è scalare su roccia perfetta. Queste torri in Etiopia sono di un arenaria vicina alla peggiore possibile e farci sopra della scalata trad è tutto fuorché rilassante. Ma il luogo, la gente, il passpartout relazionale che è […]]]>

Con il figlio Arthur a scalare sulle torri etiopi.

Non è certo una destinazione da sogno se l’obbiettivo è scalare su roccia perfetta. Queste torri in Etiopia sono di un arenaria vicina alla peggiore possibile e farci sopra della scalata trad è tutto fuorché rilassante.

Ma il luogo, la gente, il passpartout relazionale che è diventato il loro piccolo figlio Arthur sono ben compendiati in un video prodotto da TNF che vi consigliamo di vedere. A volte si combatte meglio il razzismo girando film come questo che non in altri modi più “ricercati”. Vedere per credere.

]]>
6659
Chabot is back! https://pareti.it/chabot-is-back/ Tue, 30 Jun 2020 14:19:27 +0000 https://pareti.it/?p=6654 Il campione francese dal dominio delle gare al 9a Molti di voi non erano ancora nati quando Alexandre Chabot, classe 1981, dominava le gare di lead mondiali: dal 2001 al 2003 non ce n’era stato per nessuno e la disperazione dilagava tra i top non francesi: dopo il lunghissimo dominio di Francois Legrand si profilava […]]]>

Il campione francese dal dominio delle gare al 9a

Molti di voi non erano ancora nati quando Alexandre Chabot, classe 1981, dominava le gare di lead mondiali: dal 2001 al 2003 non ce n’era stato per nessuno e la disperazione dilagava tra i top non francesi: dopo il lunghissimo dominio di Francois Legrand si profilava un’altra era completamente francese, con questo ragazzo minuto che aveva fatto il suo primo 8a a sedici anni. Diverse e discusse sono state le ragioni del suo abbandono delle competizioni, non ultima una seria querelle con la federazione francese a proposito dell’utilizzo dei marchi degli sponsors personali sull’attrezzatura di gara. Dal 2005 in poi Alex è tornato raramente alla ribalta della cronaca; una copertina sul basalto georgiano (ora vietatissimo) e poco più. Questo non significa che si sia fermato; è diventato guida e ha continuato a prediligere le vie lunghissime. Dopo il covid ha perso di mia il Pic Saint Loup (Francia) e una via di 120 movimenti, in particolare: Moksha 9a. Che ha risolto in 24 ore, giusto per far capire di cosa potrebbe ancora essere capace adesso che di anni ne fa 39…

]]>
6654
A Lione si scala sotto la mongolfiera https://pareti.it/a-lione-si-scala-sotto-la-mongolfiera/ Mon, 29 Jun 2020 05:49:34 +0000 https://pareti.it/?p=6651 un turismo verticale eccentrico Volete provare l’emozione di scalare a picco sulla vostra città o in mezzo alle campagne? Adesso è possibile farlo, passando da presa a presa sotto il tetto della base di una mongolfiera. L’idea è di una associazione sportiva francese, la Climb-up Lione, che propone delle gite arrampicata Expo fuori e dentro […]]]>

un turismo verticale eccentrico

Volete provare l’emozione di scalare a picco sulla vostra città o in mezzo alle campagne? Adesso è possibile farlo, passando da presa a presa sotto il tetto della base di una mongolfiera. L’idea è di una associazione sportiva francese, la Climb-up Lione, che propone delle gite arrampicata Expo fuori e dentro dal bordo di una mongolfiera. Ecco il video promo…

]]>
6651
Vintage rock tour in Verdon https://pareti.it/vintage-rock-tour-in-verdon/ Sat, 27 Jun 2020 13:11:46 +0000 https://pareti.it/?p=6648 Un altro video uncut per Sea Bouin Il fuoriclasse Seb Bouin ripercorre con beta decisamente approssimativi una delle classiche di alta difficoltà della prima generazione in Verdon, 300 metri sopra il fondo della gola. Si tratta di una via di Tribout: “Les braves gens ne courent pas les rues” 8b. Du Gaz…]]>

Un altro video uncut per Sea Bouin

Il fuoriclasse Seb Bouin ripercorre con beta decisamente approssimativi una delle classiche di alta difficoltà della prima generazione in Verdon, 300 metri sopra il fondo della gola. Si tratta di una via di Tribout: “Les braves gens ne courent pas les rues” 8b. Du Gaz…

]]>
6648