Eventi – Pareti Climbing Magazine https://pareti.it Alpinismo, Climbing, Bouldering Fri, 15 Nov 2019 13:23:08 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.3.2 139195174 Ecco chi se la gioca a Tolosa per le Olimpiadi https://pareti.it/ecco-chi-se-la-gioca-a-tolosa-per-le-olimpiadi/ Fri, 15 Nov 2019 13:23:06 +0000 https://pareti.it/?p=4858 Ghisolfi e Rogora a caccia di un posto La lotta per Tokyo 2020 entra nel vivo: a Tolosa (28nov-1 Dic) c’è la finestra (per sei atleti per genere) di entrare nel ranking olimpico che volerà a Tokyo per le prime Olimpiadi della storia dell’arrampicata, ovviamente con la formula combinata. Per un pasticcio (compiuto dall’IFSC) sono […]]]>

Ghisolfi e Rogora a caccia di un posto

La lotta per Tokyo 2020 entra nel vivo: a Tolosa (28nov-1 Dic) c’è la finestra (per sei atleti per genere) di entrare nel ranking olimpico che volerà a Tokyo per le prime Olimpiadi della storia dell’arrampicata, ovviamente con la formula combinata. Per un pasticcio (compiuto dall’IFSC) sono stati ammessi con riserva altri quattro atleti, tra cui Kruder e Rubtsov, che si aggiungono ai 20 per genere previsti a Tolosa. Anche Stefano Ghisolfi e Laura Rogora andranno a giocarsela, per aggiungersi a Fossali, unico italiano finora ad avere il pass per Tokyo grazie alla vittoria mondiale nella speed . E’ davanti agli occhi di tutti l’assurdità di un regolamento raffazzonato, che produce risultati palesemente nonsense, ma che almeno porterà la scalata alle Olimpiadi con tutti i vantaggi di visibilità che ne conseguiranno.

]]>
4858
La Fasi avrà una sede vera https://pareti.it/la-fasi-avra-una-sede-vera/ Fri, 08 Nov 2019 10:48:34 +0000 https://pareti.it/?p=4811 A oltre trent’anni dalla fondazione Via del Terrapieno, Bologna. Questo fino a ieri l’indirizzo ufficiale della FASI, Federazione Arrampicata Sportiva Italiana, sport olimpico dal 2020. Mai indirizzo era stato più azzeccato. Il terrapieno ricorda la sepoltura, il nascondersi, lo scomparire. Andavi in via del Terrapieno e non ti sembrava vero: c’erano dei loculi trasformati in […]]]>

A oltre trent’anni dalla fondazione

Via del Terrapieno, Bologna. Questo fino a ieri l’indirizzo ufficiale della FASI, Federazione Arrampicata Sportiva Italiana, sport olimpico dal 2020. Mai indirizzo era stato più azzeccato. Il terrapieno ricorda la sepoltura, il nascondersi, lo scomparire. Andavi in via del Terrapieno e non ti sembrava vero: c’erano dei loculi trasformati in uffici sotto la gradinata di un campo d’atletica, unica connessione con lo sport. Ancora prima, la sede era stata la casa di Mellano, il primo presidente, quello della Mellano-Perego al Becco di Valsoera. Negli ultimi dieci anni la sede reale della Fasi, tanto per non perdere le vecchie abitudini, era stata la casa di Ariano Amici, secondo presidente della storia e successore di Mellano. Il loculo sotto la gradinata era la sede ufficiale; la casa di Amici, a Ravenna, il vero centro nevralgico della statica attività federale. Ancora oggi, sappiatelo, la signora Miriam, moglie di Amici, si occupa da casa loro dei tesseramenti.

Con la gestione Battistella si vede ora qualche barlume di speranza e Via del Terrapieno a Bologna sembra destinata a scomparire per sempre dalla carta intestata di quella che è destinata a diventare una delle più importanti Federazioni italiane: Martedì 19 Novembre alle ore 15 a Milano il presidente del Coni Malagò consegnerà nelle mani di Davide Battistella le chiavi della prima vera sede federale in oltre trent’anni di storia della Fasi. Il tutto presso il Palazzo CONI in Via Piranesi, 46 a Milano, indirizzo che comparirà sulla nuova carta intestata…

E’ un inizio…

]]>
4811
Climb Tokyo con La Sportiva https://pareti.it/climb-tokyo-con-la-sportiva/ Tue, 23 Jul 2019 09:14:07 +0000 https://pareti.it/?p=4272 Un grande evento internazionale a squadre organizzato dall’azienda trentina La terza tappa di Coppa del Mondo a Briancon l’ha dimostrato in modo eclatante: una buona parte del futuro agonistico verticale è in oriente! Tre “sconosciuti” con l’aspetto più da tecnici informatici che da top climbers hanno centrato il primo en-plein sul podio per la nazionale […]]]>

Un grande evento internazionale a squadre organizzato dall’azienda trentina

La terza tappa di Coppa del Mondo a Briancon l’ha dimostrato in modo eclatante: una buona parte del futuro agonistico verticale è in oriente! Tre “sconosciuti” con l’aspetto più da tecnici informatici che da top climbers hanno centrato il primo en-plein sul podio per la nazionale giapponese in una manifestazione mondiale. Così è naturale il “Go-east” del marchio mondiale La Sportiva con la organizzazione di una interessante competizione a squadre all’interno della più iconica palestra indoor di Tokyo, B-PUMP OGIKUBO. Ecco di seguito la presentazione dell’evento!

Il 23 agosto La Sportiva sarà a Tokyo con gli atleti del team internazionale per il primo contest di arrampicata a squadre organizzato dal brand trentino in terra nipponica
E’ ufficialmente iniziato il countdown verso le Olimpiadi di Tokyo 2020,le prime che vedranno le varie discipline dell’arrampicatadebuttare ai Giochi. L’appuntamento con le prime qualificazioni è fissato proprio in Giappone ad Hachioji (ad un’ora di macchina da Tokyo, traffico permettendo) con iClimbing World Championshipsche si svolgeranno dall’11 al 21 agosto e metteranno in palio ben 7 posti per i Giochi. L’occasione perfetta per La Sportiva per organizzare il suo primo evento ufficiale in terra nipponica proprio a Tokyo!


CLIMB TOKYO!
Si chiama La Sportiva Climb Tokyoe sarà un grande evento di arrampicata all’interno della palestra di riferimento per la climbing society della metropoli giapponese: B-Pump Ogikubo
4 squadre composte da 25 climbers (previa iscrizione) e 5 pro climbers ognuna, si sfideranno all’interno di un format che porterà tutta l’essenza della climbing experience del marchio trentino attraverso prodotti, atleti, musica ed happy hour dalle 17.00 alle 22.00 di venerdì 23 agosto 2019.Un climbing party in grande stile insomma, quello La Sportiva, presente per l’occasione con tutti i suoi atleti migliori per celebrare la conclusione dei Mondiali di arrampicata e l’ideale inizio dell’avventura olimpica. 

Narciso Delladio negli anni ’70 a Tokyo


IN GIAPPONE DA OLTRE 50 ANNI
Un evento possibile anche grazie a La Sportiva Japan,partner giapponese di lunga data, già distributore del marchio della Val di Fiemme del 1969, in anticipo sui tempi nel mondo delle calzature outdoor. “Climb Tokyo sarà l’occasione perfetta – afferma Yoshiaru Sato, CEO di La Sportiva Japan – per trasferire ai climber giapponesi tutti i valori di un marchio che rappresenta un’eccellenza assoluta sul nostro mercato e che ha nel proprio DNA qualità, passione ed attenzione al minimo dettaglio che sono valori fondanti anche per la nostra cultura.” “Il nostro obiettivo è di portare l’essenza del nostro brand, nato tra le montagne delle Dolomiti, anche agli arrampicatori metropolitani di Tokyo – dice Lorenzo Delladio

, CEO e Presidente di La Sportiva – e proseguire idealmente il cammino tracciato da mio nonno Narciso Delladio, fondatore dell’azienda, che già negli anni ’70 incontrò Mr. Tomoyoshi Sato dando il via alle esportazioni verso l’oriente di quello che allora era un piccolissimo e sconosciuto marchio della Val di Fiemme. Le Olimpiadi rappresentano questo per La Sportiva: un’occasione per diffondere i nostri valori e la nostra storia ai climbers di domani che potenzialmente proprio attraverso questa vetrina si avvicineranno al nostro sport.”


B-PUMP OGIKUBO
L’evento La Sportiva Climb Tokyo andrà in scena in quella che è unanimemente considerata dalla climbing community come LA Palestra d’arrampicata della capitale nipponica, utilizzata di recente da atleti internazionali del calibro di Adam Ondra in preparazione della stagione delle competizioni o star locali ed internazionali come Akiyo Noguchi, atleta La Sportiva tra le possibili candidate per Tokyo 2020. “Climb Tokyo sarà una vera festa dell’arrampicata – afferma Katsuaki Miyazawa, Gym Manager di B-Pump Ogikubo – e per celebrarla al meglio abbiamo pensato di far competere tra loro i pro-climber di La Sportiva con il nostro pubblico di appassionati che potrà in qualsiasi momento chiedere consigli al proprio idolo e contribuire al successo del proprio team. Il tutto in un’atmosfera calda e famigliare in stile La Sportiva e accompagnato da un dj set e da un imperdibile party finale. 
Save the date: 23 agosto, Tokyo @B-Pump Ogikubo (e in streaming sulla pagina Facebook La Sportiva). 
Iscrizioni su http://pump-climbing.com/gym/bpump Pagina ufficiale dell’evento: https://www.lasportiva.com/it/climb-tokyo

On 23rd August La Sportiva will be in Tokyo with its international athletes for the first team climbing contest organized by the brand in Japan. 
The countdown to the 2020 Tokyo Olympics,has officially begun!  This first edition of the Games sees the debut of the various climbingdisciplines. The appointment with the first qualifiers is set in Hachiouji, Japan (an hour’s drive from Tokyo, traffic permitting) at theClimbing World Championshipswhich will take place from the 11th to 21st of August and will offer 7 qualifying places for the Games.  The perfect chance for La Sportiva to organize its first official event in Japan, right in the heart of Tokyo! 
CLIMB TOKYO!
La Sportiva Climb Tokyo
is the name of the big climbing event to be held inside the main climbing gym in the Japanese metropolis: B-Pump Ogikubo
4 teams of 25 climbers (previously registered) and 5 pro climbers, will compete in a format that will bring together all the essence of the Trentino brand’s climbing experience through its products, athletes, music and happy hour from 5.00pm to 10.00pm on Friday 23rd August 2019.  A climbing party in true La Sportiva style in the company of  La Sportiva’s best athletes who will be there to celebrate the conclusion of the climbing World Championships and to get the Olympic adventure off to an ideal start. 
IN JAPAN FOR OVER 50 YEARS

This event has also been made possiblethanks toLa Sportiva Japan,the long-time Japanese partner, distributor of the Val di Fiemme brand since 1969, ahead of its time in the outdoor market. “Climb Tokyo will be the perfect opportunity – saysYoshiaru Sato, CEO of La Sportiva Japan – to transmit to Japanese climbers all the brand values that representsabsolute excellence in our market and is in its DNA, quality, passion and attention to the smallest details that are fundamental values for our culture too.” “Our goal is to bring the essence of our brand, born in the mountains of the Dolomites, to the metropolitan climbers of Tokyo – says  Lorenzo Delladio, CEO and President of La Sportiva – and ideally continue the path traced by my grandfather Narciso Delladio, founder of the company, who had already met Tomoyoshi Satoin the 70s,  and had begun to export to the East which was then a very small and unknown brand from the Val di Fiemme. For La Sportiva, the Olympics represents an opportunity to spread our values and our history to the climbers of tomorrow that may potentially, through this showcase, approach our sport”. 
B-PUMP OGIKUBO

The La Sportiva Climb Tokyo event will be staged in what is unanimously considered by the climbing community,as “the climbing centre of the Japanese capital”, recently used by some of the top international athletes like AdamOndrain preparation for the competition season,  and local and international stars such as Akiyo Noguchi, one of the La Sportiva athletes among the possible candidates for Tokyo 2020. “Climb Tokyo will be a true climbing festival – says Katsuaki Miyazawa, B-Pump Ogikubo’s Gym Manager – and to celebrate it to the fullest, we have thought of having our pro-climbers compete with our audience of enthusiasts, who can at any time ask their idol for advice and contribute to the success of their team. 
All in a warm and familiar atmosphere in true La Sportiva style and accompanied by a DJ set and an unmissable final party.

Save the date: 23rd August, Tokyo @ B-Pump Ogikubo.
JOIN THE PARTY in our streaming on the La Sportiva facebook page.
Check the official page of the event onhttps://www.lasportiva.com/en/climb-tokyo

]]>
4272
Tutto sul Gerolasass! https://pareti.it/tutto-sul-gerolasass/ Fri, 07 Jun 2019 09:31:06 +0000 https://pareti.it/?p=3966 Lunga intervista con Simone Pedeferri, che spiega come sarà il nuovo raduno valtellinese Gerolasass: quindi sassi e Val Gerola, che è una valle che sta praticamente “di fronte” alla Val Masino, sul versante opposto della Valtellina. E’ qui che Christian Candiotto, guida alpina dal buon fiuto, ha capito il potenziale dei massi grandi e piccoli […]]]>

Lunga intervista con Simone Pedeferri, che spiega come sarà il nuovo raduno valtellinese

Gerolasass: quindi sassi e Val Gerola, che è una valle che sta praticamente “di fronte” alla Val Masino, sul versante opposto della Valtellina. E’ qui che Christian Candiotto, guida alpina dal buon fiuto, ha capito il potenziale dei massi grandi e piccoli che si trovano vicini al paese di Gerola, il più importante della valle. Da lì a un consulto con “Doctor Climb” Simone Pedeferri, valorizzatore di tutti i boulder delle mitiche edizioni del Melloblocco, era un attimo. E così anche l’idea di un raduno alternativo e con una formula nuova, che comprendesse anche la corda su vie mai salite prima. a supportare l’evento del 21-23 Giugno due partner storici del Melloblocco: Marmot e Wild Climb

Simone Pedeferri su Gerolasass:

Quando e come sei venuto a sapere dell’esistenza dei blocchi della Valgerola?
Quello che mi ha portato a scoprire la zona di  Gerola e quell’idea che ho sempre avuto di portare la scalata in posti dove è poco conosciuta o dove non esiste proprio, è quel istinto che mi ha portato a scoprire posti per il mondo e  salire non solo pareti ma a chiodare monotiri  e salire blocchi in posti sconosciuti …Qui in Valtellina è stata la stessa voglia: uscire dalla val Masino dove abito e chiodo   abitualmente  e trovare altri posti in zona , Gerola  è nata perché ha ottobre Cinghio ( Cristian Candiotto…)  che è la guida di questa valle e il miglior conoscitore della zona mi ha chiamato per un parere su alcuni sassi che aveva  trovato . È nato tutto in modo molto spontaneo ho visto i sassi quelli per la corda e ho notato gli altri minori per il boulder ho capito che c’era un buon potenziale ho anche trovato tracce di passaggio su alcuni sassi che ho scoperto poi essere di Andrea Pavan e Cristian un suo amico …  Ho capito che in questa valle l’arrampicata si era sviluppata solo in quota su alcune pareti più alpinistiche  come i denti della Vecchia  o la falesia in val di Trona, chiodata da Andrea Savonitto, ma mancava un tassello che collegava tutto questo con una visione moderna . Quindi  sono salito qualche giorno a visitare diverse zone nella valle alla fine di questi giri ho individuato due  zone vicino al paese quella di Valle e quella di Vallis  che avevano determinate caratteristiche e potenzialità,oltre che essere in un ambiente naturale molto bello e anche a poca distanza l una dall’altra e completamente differenti. Finita  questa esplorazione avevamo due possibilità o sistemare la zona lentamente da ” privato climbing “, ma ci sarebbero voluti anni e non con questo risultato, oppure presentare un progetto con Cinghio al comune di Gerola,  che è sensibile a idee nuove per il turismo; e così e stato fatto e accettato. Ho messo insieme un bel gruppo  di amici con cui da anni  chiodiamo e  puliamo, praticamente la squadra che ha creato i settori del Melloblocco e le 8 falesie nuove  in Masino ….  ci siamo  divisi in due gruppi, uno per i boulder l’altro per le vie, e il lavoro si è sviluppato in 50 giorni tra aprile e maggio,  interrotto ogni tanto dal brutto e dalla neve. Abbiamo creato 220 passaggi  dal 3 al 8a/+ piu  alcuni progetti, 50 vie  su questi sassoni. Quindi vie corte, dai 10 m ai 15 m dal 3 al 8b+, e qualche  progetto. Poi abbiamo fatto anche  tutti i sentieri che collegano i sassi e alcune scale in legno una dozzina di basi di grandi  dimensioni più  due ponti; alla fine abbiamo scalato e provato tutto e mappato per una piccola  guida che sarà inserita nel pacco gara. È stata un bella scoperta, perché quando vai a pulire cose nuove, anche se hai esperienza e occhi, c’è sempre una parte non chiara di quello che puoi trovare sulla roccia.Pproprio la roccia di Gerola è stata l’impulso maggiore: una roccia che non conoscevo, cioè il verrucano, che mi ha sorpreso a livello motorio con appigli particolari.  Soprattutto direi che i piatti che hanno un buona aderenza sono stati gli appigli più sorprendenti su  questi sassi levigati dal fiume Bitto. Questa roccia a livello scalatorio è un po’ l’unione tra il granito e il calcare

Credi che si possa ricreare un’atmosfera simile a quella del Melloblocco?Riguardo all’atmosfera che si è creata al Melloblocco… credo che ogni evento sia diverso.  Giustamente  il Mello si è inserito in un momento importante per il boulder e in un luogo esteticamente bellissimo con alle spalle un storia alpinistica, addirittura quella dell rivoluzione negli anni 70 e 80, così importante per la scalata. E’ difficile ricreare una cosa del genere; da artista io faccio questo paragone:  2 quadri hanno lo stesso stile, ma forme e equilibri diversi; entrambi a loro modo funzionano. Mello e Gerola sono giustamente due quadri diversi, entrambi con il loro equilibro. Comunque, per me, è sempre stato importante creare qualcosa che non sarebbe mai stato possibile da solo e  i settori  di blocchi in valle sono una realtà che sono rimasti al di là dell’evento, come a Gerola .

C’è differenza di atteggiamento nei confronti dei climbers da parte delle autorità della Valgerola rispetto a quelle della Val Masino ? Preferisco non commentare i differenti  atteggiamenti dei due comuni val Masino e Gerola. Posso dire che il comune di Gerola è stato molto attento alla proposta che gli abbiamo fatto e hanno accettato questa idea pur non avendo ben chiaro il mondo del boulder e della scalata; sono stati molto bravi e sensibili, un atteggiamento positivo insomma! E il format della manifestazione è completamente differente dal Mello, due realtà due quadri diversi stessa tela.. la natura.

Come avete pensato di strutturare la gara di blocchi è quella di corda? Il format per la gara sarà un raduno auto certificato. Ho scelto 13 problemi uomini  e 13 problemi donne. Esempio:  per gli uomini 4 problemi dal 7a al 7b danno 1 punto  5 problemi dal 7b al 7c danno 2 punti  e gli ultimi dal 7c al 8…  danno 3 punti se sali fles vale un +   ( tipo 1 +  )  lavorato vale solo il punto normale.  Si hanno due giorni per provare e salire i passaggi  e per entrare in classifica  bisogna salire un minimo di 3 passaggi.  Finiti i due giorni si consegna il foglio per la classifica finale; i premi vanno dal primo di 1000 € fino al sesto di 200 € . Per quanto riguarda la corda:  per valorizzare anche questo lavoro ho scelto due vie, una per le donne e una per gli uomini, che non fanno classifica per il boulder ma con un montepremi su ognun, da dividere in base alle salite. Il tutto sempre auto certificato, ma nelle due zone ci saranno 4 giudici due in Vallis e due in Valle solo per indicazioni  o spiegazioni se ci dovesse essere qualche dubbio sui problemi gara .

 Ci sono delle iniziative collaterali a supporto, tipo filmati e o cose del genere? Si durante l’evento sono previste proiezioni di varie aziende e concerto il sabato sera con un gruppo Rock .Ci sarà una parte dedicata al Gerola baby, molto importante,  con le guide alpine; infatti nel progetto sono stati valorizzati sia sassi per bambini che strutture con la corda per principianti. infine sono in fase di creazione altri eventi .

In quota si scala? Si in quota ci sono varie possibilità alpinistiche in inverno  ci sono molte cascate e giri scialpinistici mentre Cinghio ha fatto un ottimo lavoro aprendo numerose vie di misto negli ultimi anni e pubblicando relazioni. In quota per l’estate ci sono numerose salite alpinistiche su guglie o pareti di verrucano con sviluppi fino a 200 m; il posto più conosciuto sono i denti della Vecchia. Da Pescegallo parte una seggiovia che sarà aperta nei giorni del raduno.

Infine due parole sulla ricettività. Cosa trova il climber in valle? Tutto: dall’albergo, al B&B all’area camper (solo parcheggio) alla possibilità di mettere la tenda presso il campo sportivo e di usufruire dei bagni e della doccia. Il modo migliore di vivere il raduno sarà parcheggiare e poi spostarsi sempre a piedi; tanto in dieci minuti vai dal paese ai blocchi, con il Palagerola, che farà da centro nevralgico, a portata immediata per tutti e con tutti i servizi. C’è anche un numero di riferimento per avere maggiori info: 3938644223 e una mail gerolasass@gmail.com

Dimenticavamo il costo del pacco-gara Con 15 euro hai la maglietta della manifestazione, la guida completa delle vie e dei blocchi e i gadgets degli sponsor. In pratica guadagni spendendo…

]]>
3966
Domenica si inaugura anche la Falesia degli Amici https://pareti.it/domenica-si-inaugura-anche-la-falesia-degli-amici/ Fri, 31 May 2019 16:42:45 +0000 https://pareti.it/?p=3915 A Dolcè (Vr) la nuova opera della Banda Maghella Per chi non potesse raggiungere ad Albenga l’inaugurazione della falesia CPR, ma restasse con un voglino di roccia vergine e di inaugurazioni con appendice culinaria, questa è l’occasione giusta: Alessandro Arduini, Ivan Maghella e Marco Gnaccarini invitano tutti domenica 2 giugno a visitare la “Falesia degli […]]]>

A Dolcè (Vr) la nuova opera della Banda Maghella

Per chi non potesse raggiungere ad Albenga l’inaugurazione della falesia CPR, ma restasse con un voglino di roccia vergine e di inaugurazioni con appendice culinaria, questa è l’occasione giusta: Alessandro Arduini, Ivan Maghella e Marco Gnaccarini invitano tutti domenica 2 giugno a visitare la “Falesia degli amici”, con programma ben illustrato dalla locandina qui sotto. Enjoy!

]]>
3915
Nuova Falesia C.P.R. Free Sport in Val Pennavaire https://pareti.it/nuova-falesia-c-p-r-free-sport-in-val-pennavaire/ Tue, 28 May 2019 16:51:04 +0000 https://pareti.it/?p=3898 Evento/inaugurazione Domenica 2 giugno Siete tutti invitati!!! Inaugurazione Nuovo Settore Climbing CPR in #ValPennavaire, nel Comune di Alto, sopra Albenga.La nuova falesia estiva offre 40 tiri dal 4c all’8c. Una bella occasione per condividere una piacevole giornata di arrampicata su linee inedite.Ritrovo presso il negozio Cprfreesport a Cisano sul Neva dalle ore 9.00 dove verrà […]]]>

Evento/inaugurazione Domenica 2 giugno

Siete tutti invitati!!! Inaugurazione Nuovo Settore Climbing CPR in #ValPennavaire, nel Comune di Alto, sopra Albenga.
La nuova falesia estiva offre 40 tiri dal 4c all’8c.

Una bella occasione per condividere una piacevole giornata di arrampicata su linee inedite.
Ritrovo presso il negozio Cprfreesport a Cisano sul Neva dalle ore 9.00 dove verrà consegnato il topo aggiornato.
Attenzione! I primi 60 Climbers avranno in omaggio la maglietta dell’evento e il nuovo stick di magnesite @Beal
Test scarpette @lasportiva e corde @beal e attrezzatura @climbingtechnology direttamente in falesia
Sponsor by #Cprfreesport

Tutti i particolari per partecipare cliccando qui

https://www.facebook.com/events/458577428242934/
]]>
3898
Ecco Gerolasass, il nuovo Melloblocco! https://pareti.it/ecco-gerolasass-il-nuovo-melloblocco/ Wed, 22 May 2019 14:44:17 +0000 https://pareti.it/?p=3862 21-23 Giugno: tre giorni di raduno nella “nuova” Valtellina verticale! Un masso imponente, un blocco di verrucano, roccia antica, tipica delle Alpi Orobiche, le più selvagge e appartate di tutta la Lombardia. Un grande climber, Simone Pedeferri, la storia della arrampicata in roccia delle prime decadi degli anni 2000 scolpita su appigli minimi dal Pakistan […]]]>

21-23 Giugno: tre giorni di raduno nella “nuova” Valtellina verticale!

Un masso imponente, un blocco di verrucano, roccia antica, tipica delle Alpi Orobiche, le più selvagge e appartate di tutta la Lombardia. Un grande climber, Simone Pedeferri, la storia della arrampicata in roccia delle prime decadi degli anni 2000 scolpita su appigli minimi dal Pakistan alla Patagonia, Grecia, Wenden fino all’amata Valmasino. Intorno, un bosco di abeti, fitto, uno di quei boschi silenziosi e tranquilli, protettivi, come si incontrano nelle valli laterali della Valtellina, nelle Alpi di Lombardia. Pini di foreste, aree protette. Intorno, altri massi, scuri e antichi.


Pedeferri è impegnato in un passaggio muscolare, prese svase, sfuggenti, lavoro per le spalle sulla breve parete, il boulder, il passaggio su masso aggettante, il cuore anche iconografico del problema. Questa è l’immagine guida del poster-locandina che lancia ufficialmente da oggi in tutta Italia e
per il mondo internazionale del climbing, le qualità e i pregi anche ambientali di «Gerolasass», evento che sarà «raduno con gare, musica», una tre giorni, due di gare in programma il prossimo 21, 22 e 23 giugno.

Gerolasass che è anche una nuova climbing area, «La seconda più vasta area
per l’arrampicata su roccia in Valtellina», parola di Pedeferri, nume tutelare di Melloblocco, il raduno internazionale. Simone che di Melloblocco è anche lo storico tracciatore. Gerolasass rispetto ad altri parchi dedicati alla arrampicata è un unicum, i suoi massi calati nella dimensione “green” della Valgerola, la Valle alpina del turismo d’ambiente, icona di ecoturismo”
e di tradizioni casearie note in tutto il mondo, sono una occasione per capire, lucidati e riscoperti completano una montagna che accoglie tante sfide.La Valle-museo, marchio aggiunto, “Valtellina” è una icona della resilienza alpina, qui i prat iproducono leggende, la Valgerola e Gerola Alta, con i loro “casari” i pastori delle terre alte che producono il Bitto, il grasso d’alpe oggi come mille anni fa, soggiornando in quota con le mandrie sui pascoli quasi verticali, per mesi, mungendo sotto pioggia e cielo. La gara sta esordendo, sul sito www.gerolasass.it le iscrizioni a bocce ferme, corrono già verso quota 100, e il battage comincia adesso.


Ci saranno premi, roccia adeguata a ogni mano, dita, calli, musica, raduno. Gerolasass apre ufficialmente il 21, 22, 23 giugno a Gerola Alta, Valtellina
per ogni info, 393.8644223, +39 0342.601140, gerolasass@gmail.com

]]>
3862
Ecco lo stadio olimpico di Tokyo 2020 https://pareti.it/ecco-lo-stadio-olimpico-di-tokyo-2020/ Fri, 17 May 2019 10:33:02 +0000 https://pareti.it/?p=3838 Il rendering del muro delle prime Olimpiadi verticali della storia L’organizzazione di Tokyo 2010 ha reso pubblico il rendering del nuovo stadio dell’arrampicata che verrà costruito in occasione delle Olimopiadi di Tokyo 2020. la scelta è quella di una struttura All-in-one, cioè comprensiva delle tre discipline su un unico palco. A costruirlo sarà Entreprises, la […]]]>

Il rendering del muro delle prime Olimpiadi verticali della storia

L’organizzazione di Tokyo 2010 ha reso pubblico il rendering del nuovo stadio dell’arrampicata che verrà costruito in occasione delle Olimopiadi di Tokyo 2020. la scelta è quella di una struttura All-in-one, cioè comprensiva delle tre discipline su un unico palco. A costruirlo sarà Entreprises, la ditta francese pioniera delle strutture e delle prese artificiali per l’arrampicata. Ecco il link per saperne di più

]]>
3838
18 Maggio: la Val di Mello si mobilita https://pareti.it/18-maggio-la-val-di-mello-si-mobilita/ Mon, 15 Apr 2019 13:07:07 +0000 https://pareti.it/?p=3637 Contro all’assurdo progetto Ersaf Non risolve la povertà nel mondo; non debella malattie incurabili. Se non fa una di queste cose non c’è altro motivo per cui si debba rendere rotabile un pezzo di paradiso, una delle meraviglie italiane. Il progetto Ersaf contro la Val di Mello è un vomito e va fermato. Per questo […]]]>

Contro all’assurdo progetto Ersaf

Non risolve la povertà nel mondo; non debella malattie incurabili. Se non fa una di queste cose non c’è altro motivo per cui si debba rendere rotabile un pezzo di paradiso, una delle meraviglie italiane. Il progetto Ersaf contro la Val di Mello è un vomito e va fermato. Per questo motivo il 18 Maggio ci sarà un evento sit – in per difendere dalle ruspe un ampio tratto della Valle:

Sabato 18 maggio, dalle ore 14 fino alle 18, tutti in Val di Mello (Valmasino, Sondrio), “in punta di piedi”, a difendere quella traccia di sentiero minacciata da un progetto che rischia di cancellare un percorso meraviglioso e ancora intatto, all’interno di una riserva naturale considerata tra le più belle d’Europa.

La “voce di protesta” che si è costituita spontaneamente chiede che non si intervenga sul versante sinistro orografico per realizzare una pista – di fatto una ciclabile – accessibile ai mezzi per disabili, ma che invece venga sistemata, con i fondi destinati al progetto, la pista agrosilvopastorale già esistente sul versante destro orografico, più soleggiato, più sicuro e già antropizzato; una pista che con pochissimi interventi diventerebbe percorribile con carrozzine e joelette. 

In questo modo verrebbero salvaguardati sia l’accessibilità ai disabili sia un ambiente naturale di rara bellezza, unico e prezioso, da salvaguardare nel rispetto delle future generazioni che lo vivranno.

L’appuntamento è all’”Isola” nel tratto tra Ca’ di Carna e Cascina Piana, sul lato opposto del torrente, nell’ideale centro della Val di Mello. Da lì con una catena umana andremo a disporci lungo quel percorso che non vogliamo venga alterato e deturpato. 

Un gesto pacifico e simbolico fatto da chi ha a cuore questo piccolo ma fortemente simbolico angolo di natura. 

Lasciamola così, non tocchiamola! Vi aspettiamo.

It does not solve poverty in the world; does not defeat incurable diseases. If you do not do one of these things, there is no other reason why you should make a piece of paradise, one of the Italian wonders, to be rotated. The Ersaf project against Val di Mello is absurd and must be stopped. For this reason, on May 18th there will be a sit-in event to defend a large tract of the Valley from bulldozers: Saturday May 18th, from 2:00 pm to 6:00 pm, all in Val di Mello (Valmasino, Sondrio), “on tiptoe “, To defend that trace of a path threatened by a project that risks erasing a marvelous and still intact path, within a natural reserve considered among the most beautiful in Europe. The” voice of protest “that spontaneously arose he asked that no action be taken on the orographic left side to create a track – in fact a cycle path – accessible to disabled vehicles, but instead, with the funds allocated to the project, the existing track on the orographic right side, more sunny, should be placed , safer and already man-made; a track that with very few interventions would become viable with wheelchairs and joelette. This way both accessibility to the disabled and a natural environment of rare beauty, unique and precious, would be safeguarded, to be safeguarded in respect of future generations that will live it. is on the “island” in the stretch between Ca ‘di Carna and Cascina Piana, on the opposite side of the stream, in the ideal center of the Val di Mello. & nbsp; From there with a human chain we will go to lay out along that path that we do not want to be altered and disfigured. A peaceful and symbolic gesture made by those who care about this small but strongly symbolic corner of nature. Leave it like this, let’s not touch it! We are waiting for you.

]]>
3637
Indette le nuove elezioni Fasi. Battistella for president! https://pareti.it/indette-le-nuove-elezioni-fasi-battistella-for-president/ Thu, 04 Apr 2019 10:20:34 +0000 https://pareti.it/?p=3580 il 9 Giugno a Roma per non perdere l’ultima spiaggia Il Commissario Pastore ha finalmente indetto le nuove elezioni Fasi, in cui ci sarà solo una possibilità per cambiare veramente le cose e impedire che la Fasi muoia e quindi non possa nemmeno partecipare alle olimpiadi: votare Davide Battistella candidato presidente e la squadra di […]]]>

il 9 Giugno a Roma per non perdere l’ultima spiaggia

Il Commissario Pastore ha finalmente indetto le nuove elezioni Fasi, in cui ci sarà solo una possibilità per cambiare veramente le cose e impedire che la Fasi muoia e quindi non possa nemmeno partecipare alle olimpiadi: votare Davide Battistella candidato presidente e la squadra di Fasi Futuro intorno a lui. La nostra non è una notizia imparziale; è uno schieramento immediato, una preghiera a chi voterà, una presa di posizione chiara e semplice che viene da una conoscenza profonda dei problemi che ci sono e delle persone che si stanno proponendo per risolverli. Ci sono una squadra e un programma che sono chiaramente spiegati su un sito appositamente creato perchè ognuno possa capire di cosa si sta parlando. L’era Amici / Seneci / Gianelli è finita, deve essere finita. Da qui in avanti Pareti appoggerà il progetto di Davide Battistella e Fasi Futuro, perchè sono persone giuste con la visione giusta di come devono essere fatte le cose nel mondo verticaled, agonistico e non solo agonistico. Vi invitiamo intanto a visitare il sito di Fasi Futuro per cominciare a conoscere candidati, programmi e scadenze.

]]>
3580