Biden salva Indian Creek

Il decreto salva riserve firmato già il primo giorno di presidenza

La presidenza Trump è stata una catastrofe americana e mondiale, una sfida aperta all’intelligenza e alla sostenibilità su una miriade di fronti. Tra questi anche la conservazione delle meraviglie della natura a stelle e strisce, che il Tycoon aveva messo a rischio riducendo addirittura del 85% le aree protette e non sfruttabili dall’uomo. Tutto ciò per far posto a nuove estrazioni e percorsi per gas e olio e per aprire nuove miniere di uranio.

In tutto questo alcuni paradisi del climbing, tra cui la mitica Indian Creek, mecca mondiale delle fessure, avrebbero dovuto fare i conti con chiusure, limitazioni o divieti di accesso imposti dalle autorità minerarie.

Per fortuna Biden ha appoggiato immediatamente le istanze delle associazioni ambientaliste e ha revocato il decreto di Trump che apriva le porte dello sfruttamento di Bears Ears, all’interno del quale si Trova Indian Creek

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi