Berthe, dalle big walls al 9a+

Il belga in crescita esponenziale e inarrestabile

Pochissimi fuoriclasse al mondo sono in grado di cambiare scenario e strategie di scalata in pochi mesi e anzi di passare dall’uno all’altro rimanendo eccezionalmente performanti. la prima volta che il belga Sebastien Berhe ha fatto parlare di sé sui media internazionali era già parecchio avanti coi lavori; infatti aveva realizzato una delle rare ripetizioni in libera del Nose al Capitan; quest’estate è stata poi la volta del trittico delle Alpi, scalando anche di notte e con condizioni bagnate su vie di 8b e oltre. Ma al 9a+ non era mai arrivato, mentre ieri è entrata “Supercrackinette” 9a+ a St.Lèger du Ventoux. Come ha scritto lui stesso sl suo profilo Instagram: Speechless and thankfull! Foto di Julia Cassou

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi