Tra una settimana il primo Camaiore Climbing Festival!

Da oltre vent’anni il camaiorese offre al mondo verticale alcune delle più belle pareti d’Europa, ma è senza dubbio una delle aree top meno conosciute del continente. Questa tendenza è forse destinata a capovolgersi grazie al (finalmente arrivato) interesse delle autorità per la ricchezza verticale di questo territorio, finora valorizzato soltanto dal lavoro e dalle tasche di pochi appassionati climbers e dalla associazione (di climbers) Magicandalla. Ecco quindi arrivare il primo festival dell’arrampicata camaiorese, di cui riportiamo il programma e il comunicato stampa. Tra le varie iniziative, anche una gara aperta a tutti!

For over twenty years, Camaiore has offered some of the most beautiful walls in Europe to the vertical world, but it is undoubtedly one of the continent’s lesser-known top areas. This trend is perhaps destined to overturn thanks to the (finally arrived) interest of the authorities for the vertical hype of this territory, hitherto valued only by the work and the wallets of a few passionate climbers and the association (of climbers) Magicandalla. So here is the first Camaioreese climbing festival, of which we report the program and the press release.

Dal 14 al 16 settembre 2018, Camaiore ospita i grandi dell’arrampicata italiana, con una serie di contest per gli appassionati ed escursioni adatte a tutti. Una festa, inserita nel circuito Slow Travel Fest,i festival outdoor dellaVia Francigena Toscana,con un ricco programma di incontri, attività e musica per vivere la passione della montagna e del cammino.

 

La prima edizione del Camaiore Climbing & Trekking Festival,trasformerà questa località della Versiliain una piccola capitale dell’arrampicata, dell’alpinismo e dell’outdoor. Camaiore, infatti, meta conosciuta agli appassionati per le sue pareti naturali d’arrampicata, può essere considerata il campo base per trekking e percorsi alpinistici alla scoperta della Alpi Apuane. Un’inaugurazione d’eccezione per la prima edizione del festival grazie alla partecipazione di grandi nomi dell’arrampicata come Rolando Larcher, Maurizio Oviglia e Manolo, al secolo Maurizio Zanolla. Grande spazio alle gare in programma, come i contest in parete e quelli di street boulder nelle piazze del centro storico, con un’area dedicata anche ai principianti e ai più piccoli. Durante i tre giorni sarà possibile, inoltre, partecipare ai trekking del ricco programma (consultabile sul sito camaiore.slowtravelfest.it), che prevede anche convegni, mostre, concerti e degustazioni. Il festival offre la possibilità di scoprire la valle di Camaiore, uno straordinario teatro naturale tra il mare e l’entroterra dellaVersilia, tra le rocce delle Alpi Apuanee l’antica Via Francigena.

 

L’evento è inserito nel circuito Slow Travel Fest, i festival outdoor della Via Francigena Toscanaorganizzati da Ciclicae in collaborazione con Toscana Promozione Turistica.Camaiore Climbing & Trekking Festivalè organizzato dal Consorzio di Promozione Turistica della Versiliainsieme agli operatori economici del Centro Commerciale Naturale di Camaiorecon la collaborazione della Società Guide Alpine ProRocke l’Associazione Culturale e Sportiva  Prorock Outdoorcon il patrocinio e il supporto del Comune di Camaiore. L’evento è patrocinato dal Comune di Pietrasanta, dal Comune di Forte dei Marmi, dal Comune di Seravezza,dal Comune di Stazzema, dal Comune di Massarosa, dall’Unione dei Comuni della Versilia, dal Parco Regionale delle Alpi Apuane, dalla Provincia di Lucca, dalla Regione Toscana, dal Collegio Regionale delle Guide Alpine della Toscana e Collegio Regionale delle Guide Alpine dell’Emilia Romagna, dall’Associazione Europea delle Vie Francigene, dall’Azienda USL Toscana Nord Ovest e dalCAI, sezione di Pietrasanta.

 

Camaiore: capitale dell’arrampicata, campo base delle Alpi Apuane, tappa della Via Francigena

La vocazione della valle di Camaiore per l’arrampicata è molto conosciuta tra gli appassionati e ha una storia importante. L’alpinismo, infatti, è praticato sulle Alpi Apuane già dall’Ottocento: ben 125 anni fa, nel 1893, venne inaugurata la via ferrata del Monte Procinto, la prima aperta in Italia. L’arrampicata sportiva ha una storia più giovane, ma non meno prestigiosa. Da circa 30 anni grandi nomi dell’arrampicata fanno tappa a Camaiore per aprire nuove vie: un anno fa, Adam Ondra,grande talento mondiale in questa disciplina, liberava la via di 9a+ Naturalmente nellafalesia di San Rocchino, definendola “una delle vie migliori che io potessi immaginare” (cit. planetmountain.com). Dalle discipline activealle esperienze slow, Camaiore è una tappa importante della Via Francigena Toscana, con l’Ostello del Pellegrinoa garantire il ristoro per trekker e viandanti.

 

Un festival per gli appassionati, un programma per tutti

Tra gli eventi in programma spiccano le serate di venerdì 14 e di sabato 15 settembre, durante le quali la guida alpina Roberto Vigianidel Collegio Regionale della Toscana presenterà l’incontro I grandi dell’arrampicatacon Rolando Larchere Maurizio Oviglia, due personalità di primo livello del mondo dell’arrampicata e dell’alpinismo. La sera successiva sarà il turno del talk La leggenda dell’arrampicatache vedrà protagonistaManolo, al secolo Maurizio Zanolla, per un incontro sul mondo dell’arrampicata e per la presentazione del suo libro Eravamo immortali.

Attesissimi tra i climbers sono i contest, per i quali è possibile iscriversi online sul sito o direttamente all’info point dell’evento. Si inizia sabato 15 settembre nelle piazze di Camaiore con uno Street Boulder Contesta squadre, dove sarà attrezzata anche una parete artificiale dedicata ai principianti e ai bambini. Finalmente in falesia domenica 16 settembre con la Gara di endurance di Arrampicata per le categorie Big e No Big, e quella riservata alle Guide Alpine.

 

Il programma si completa con i percorsi trekking:gli amanti dell’escursionismo potranno scoprire le bellezze naturalistiche della valle di Camaiore con i facili percorsi di “Camaiore Antiqua” (la rete di mulattiere che collega i borghi circostanti) e lungo lo straordinario percorso della Via Francigena; trekking più impegnativi, inoltre, regaleranno panorami mozzafiato dalle vette delle Alpi Apuane.

L’esplorazione delle Apuane non finisce qui grazie all’Esperienza Speleologica all’Antro del Corchia:in collaborazione con Corchia Park sarà possibile raggiungere Levigliani con una navetta gratuita per visitare la più grande grotta turistica d’Europa.

Il festival offre anche l’occasione di conoscere il connubio impareggiabile tra l’entroterra e il mare sposando così gli obiettivi del Progetto Costa di Toscana di Regione Toscana e Toscana Promozione Turistica per la promozione  integrata delle 5 province costiere toscane. Nella vicina Calafuria sarà possibile sperimentare lo snorkeling, assistiti da esperti del settore, oppure sarà possibile rilassarsi a pochi chilometri sulle spiagge dorate della Versilia e della costa toscana, vivendo così un’esperienza mare-monti.

Non solo trekking e arrampicata, perché il programma propone appuntamenti per provare altre esperienze outdoor: dai tour in mountain bike, il mezzo ideale per esplorare il territorio, alle sessioni per provare il natural running, con proposte di percorsi in stile trek-trail altamente panoramici. Il centro storico, inoltre, ospiterà delle emozionanti esibizioni di slack-line, con un’area attrezzata per chi vorrà mettere alla prova il proprio equilibrio.

 

Un village outdoor e il territorio

Durante i tre giorni di festival il centro storico si trasformerà in un village dedicato all’outdoor, con stand delle principali marche del settore, spazi dedicati alle degustazioni, ai birrifici artigianalie alla musica dal vivo.A poca distanza, all’Ostello del Pellegrino, fermata apprezzata dai pellegrini che percorrono laVia Francigena, verrà allestita un’area relax dove sarà possibile partecipare a lezioni di yogapropedeutiche all’arrampicata e al trekking.

 

Il convegno, la mostra e il concorso fotografico sulla montagna

Il festival sarà anche un momento di riflessione sulla montagnae sulla sostenibilità ambientale grazie al Convegno di Studi sullo sviluppo delle aree interne in Versiliacome occasione di coesione territoriale. Il convegno darà la possibilità di presentare i Sapori di Camaiore, un progetto finalizzato alla valorizzazione delle produzioni agricole locali e alla creazione di un rapporto di fiducia tra consumatori e operatori della filiera corta.

Ancora la montagna al centro della mostra Le nostre Alpi. Le immagini dei fotografi Paolo Pucci e Michela Benedetti raccontano le bellezze, le vette e i borghi dall’Alta Versilia alla Garfagnana, un vero e proprio viaggio fotografico nella montagna del Parco regionale delle Alpi Apuane. Nello stesso contesto del centro storico di Camaiore saranno esposti anche alcuni degli scatti dei partecipanti al Concorso fotografico L’Uomo e la Montagna.

 

Musica e spettacoli

La musica non può mancare a movimentare il festival: il venerdì grazie al grande talento fingerstyle del chitarrista Lorenzo Niccolini, il sabato con l’energia dei Magicaboola Brass Band, una delle più conosciute street band toscane che si esibirà in maniera itinerante animando le strade e le piazze del centro storico di Camaiore.  Durante il festival spazio anche a video, film e documentari: si inizia venerdì con la proiezione del video sulle Alpi Apuane del video maker Michael Gaddini mentre il sabato si passerà dalla Via Francigena con il docu-film Le energie Invisibili, il documentario che ha raccolto le motivazioni dei camminatori incontrati in un viaggio a piedi lungo la Via Francigena, alle montagne del Nepal con Light of Makalu.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: