Prima tappa lead a Villars, è il bis del 2017

Mentre la Garnbret ha mostrato una superiorità schiacciante, la categoria maschile è stata decisa da una sola presa di differenza… in semifinale. Infatti Jakob Shubert e Romain Desgranges sono arrivati appaiati alla meta della finale dopo aver fatto top in entrambe le qualifiche. Solo una presa in più per il tedesco in semifinale ha determinato il risultato. Questo dimostra anche che voler tracciare delle cose “spettacolari” a tutti i costi come un lancio a due mani a fine via non sempre provoca un risultato sportivo all’altezza del tipo di competizione. Un eccellente Ghisolfi in quarta piazza deve cedere il podio all’unica grande novità di questo primo stage del 2018: Tomoa Narasaki (“Io sono leggenda” aveva dichiarato in intervista a Pareti) è tra i superbig anche nella lead e non solo nel boulder. Considerato l’eccellente tempo fatto registrare nella speed del campionato giapponese si può dire che Leggenda si stia preparando al meglio perle Olimpiadi di Tokyo… A parte Ghisolfi, per il resto della nazionale tricolore è stata una debàcle, con nessun maschio nei primi 30 e nessuna ragazza nelle prime 40.

Tutti i risultati del maschile qui

Tutti i risultati del maschile qui

While Garnbret showed an overwhelming superiority, the men’s category was decided by a single move … in the semi-final. In fact, Jakob Shubert and Romain Desgranges arrived at the end of the final after having made top in both qualifications. Only one more hold for the German in the semi-final determined the result. This also shows that wanting to prepare “spectacular” things by all means like a two-handed jump at the end does not always result in a sporting result that matches the type of competition. An excellent Ghisolfi in fourth place must give the podium to the only big news of this first stage of 2018: Tomoa Narasaki (“I am legend” had stated in interview with Pareti) is among the superbig also in the lead and not only in bouldering. Considering the excellent time recorded in the speed of the Japanese championship it can be said that Leggenda is preparing for the best of the Tokyo Olympics … Apart from Ghisolfi, for the rest of the national team was a debàcle, with no male in the first 30 and no girl in the first 40.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: