Lehmann e Garnbret dominano le semifinali di Arco

Coppa del Mondo, tappa 4, Arco. Ondra, testimonial di Garda Trentino non può mancare (anche in previsione del Mondiale a innsbruck) e torna sulla plastica con un fisico davvero trasformato negli ultimi due anni. Ieri il ceco aveva dominato le qualifiche insieme a Schubert. oggi invece entrambi devono cedere la prima piazza in semifinale a un Sascha Lehmann veramente dominatore. Lo svizzero infatti ha scalato meglio di tutti ed è caduto poco prima della catena. Catena che invece è stata moschettonata dalla Garnbret.  Nota tecnica: sempre di più si sente il bisogno di tracciatrici per le vie femminili, che attualmente presentano sempre meno punti di presa di rischio rispetto alle vie maschili, col risultato di rendere un po’ monotona una progressione basata più sul livello di resistenza che non sull’inventiva  e sulla tecnica delle atlete.  Lehmann è manifestamente meno forte di Ondra, ma in una via dove ogni particolare conta può batterlo; la Garnbret invece, su una via così o come nella finale di Briancon, può essere (ab)battuta solo da un fucile. Ghisolfi ha lottato come un eroe su un moschettonaggio difficile ed è riuscito a entrare lo stesso in finale, probabilmente percorrendo più metri, tra salita discesa e risalita, di Ondra. Megos e Desgranges sono fuori dalla finale. Rogora, Bombardi e Vettorata non entrano nei primi venti.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: